Il Laboratorio di Ingegneria Ambientale

Nel laboratorio di Ingegneria Ambientale vengono svolte attività sperimentali nell’ambito di progetti di ricerca nazionali e internazionali e di convenzioni di ricerca e supporto tecnico-scientifico effettuate per conto di enti pubblici e società pubbliche o private. In particolare, il laboratorio è specializzato nelle seguenti attività:

  • Caratterizzazione chimico-fisica e ambientale di acque, suoli, sedimenti e diverse tipologie di materiali tra cui rifiuti urbani e industriali e residui di processo e di trattamento.
  • Test di fattibilità di processi di trattamento chimico-fisico di suoli, sedimenti e altre tipologie di materiali finalizzati alla rimozione o immobilizzazione di contaminanti organici e/o inorganici e alla valorizzazione dei prodotti finali.

 

 

Dotazione strumentale principale del laboratorio di ISA

  • Analizzatore di carbonio organico totale (TOC) (Shimadzu, TOC-VCPH) con campionatore per solidi (Shimadzu, SSM-5000A)
  • Spettrometro ottico di emissione atomica al plasma (ICP-OES) (Agilent 710-ES) con autocampionatore (Agilent, SPS3) e sistema per l’analisi di mercurio e di elementi formanti idruri volatili (Agilent, VGA 77P)
  • Spettrofotometri a raggi UV/VIS (1880S Double beam)
  • Gas cromatografo con rivelatore MS a singolo quadrupolo (Shimadzu, QP2010 SE) e autocampionatore integrato per analisi in spazio di testa, SPME ed iniezione liquida (Shimadzu, AOC-500 plus)
  • Gas cromatografo con rivelatore FID e desorbitore termico (Perkin Elmer, Autosystem XL)
  • Respirometro adiabatico dinamico (Costech, 3024)
  • Analizzatore CHONS con autocampionatore (Thermo)
  • Mulino a vibrazione a dischi (Retsch, RS200)